La scatola inventa-storie

Da dove si comincia per inventare una storia? I punti di partenza sono potenzialmente infiniti. Questa scatola è una delle possibilità. Contiene i personaggi di alcuni libri illustrati e potrebbe essere lasciata a disposizione dei bambini accanto agli strumenti per scrivere e disegnare. Come si prepara la scatola? Prima di tutto, scegliete un libro per bambini in cui il protagonista compare in diverse illustrazioni, con varie espressioni del volto e posizioni del corpo. Poi fotocopiate le illustrazioni e ritagliate le sagome dei personaggi per isolarle dallo sfondo. Infine inserite le figure ritagliate in una bella scatolina.

personaggi estratti da libri illustrati

La prima volta che presentate la scatola ai bambini, cercate di creare un’atmosfera di mistero e curiosità prima di aprirla. “Cosa ci sarà qui dentro?” Generalmente, il personaggio viene accolto come una bella sorpresa.

“Chi sarà? Come si chiama, dove vive? Cosa gli piace fare?” Invitate i bambini a prendere spunto dalle varie espressioni e posture delle figure ritagliate per immaginare cosa potrebbe essere successo: “Perché è diventato triste? Dove sta correndo o chi lo sta inseguendo? Cosa cerca? Chi l’ha fatta arrabbiare?” Una volta che l’identità e la storia del personaggio sono state abbastanza definite, si possono anche cercare dei libri o altre fonti per approfondire il contesto emerso dai racconti dei bambini e renderlo più stimolante. Per esempio, stabilito che il personaggio vive nell’oceano, perché non sfogliare un libro sugli ambienti marini o cercare immagini suggestive a tema sul web?

Gradualmente, comincerà a prendere forma una storia che i bambini possono disegnare, incollando i vari personaggi nei punti giusti. Oltre a matite, colla stick e pennarelli, potete lasciare a loro disposizione anche materiali di recupero da usare liberamente a collage (carte, stoffe, piccoli oggetti). Nel caso di lavoro a piccolo gruppo, i bambini potrebbero suddividersi le varie sequenze della storia.

Alla fine, potete mettere insieme i disegni delle varie sequenze rilegandoli in un piccolo libro, con tanto di copertina, titolo e nome degli autori. Dopo questa prima esperienza guidata da un adulto, la scatola potrebbe essere lasciata a disposizione dei bambini per un uso più libero, magari presentando ogni volta un personaggio diverso, per rinnovare la sorpresa.

Un giorno Lupodrillo decide di andare a fare un bagno al lago. Ma mentre si tuffa, esce fuori dall’acqua un coccodrillo che lo morsica in fronte.

Lupodrillo lotta con i lupi

Lupodrillo chiama i suoi amici lupi per aiutarlo. I lupi arrivano e lottano contro i coccodrilli. Alla fine della lotta tutti i lupi e i coccodrilli sono pieni di morsi e cadono per terra per la stanchezza, così nessuno vince.”

una storia inventata dai bambini

Mentre i lupi e i coccodrilli stanno lottando, Lupodrillo è riuscito a scappare fino a casa della nonna. La nonna ha preparato per lui una piscina gonfiabile, ma Lupodrillo ora ha un po’ paura di tuffarsi perché gli torna in mente il coccodrillo. Alla fine si tuffa.

*

Un grazie speciale a Nadhir, Giuseppe e Riccardo, autori della storia di Lupodrillo e agli autori dei personaggi, Ophélie Texier per Lupodrillo e Vincent Bourgeau per il diavoletto del libro “La boite à Jules”.

Buon lavoro e buon divertimento!

*

Siete i benvenuti a inviare le vostre storie via mail a info@robertapuccilab.com o tramite messaggio privato su FB alla pagina Robertapuccilab per condividerle con tutti i bambini autori di storie.

Register to newsletter for receiving a video link about the 100 languages!
Register to newsletter for receiving a video link about the 100 languages!